martedì, Maggio 28, 2024
Articoli

Il Punto sulla ZIP IMBIANCATURE Prima Divisione

 

Dopo qualche partita , siamo alla quinta per la precisione, il bilancio del nuovo gruppo di ragazzi formato quasi totalmente da 2000 e 2001, vede il rosso come colore predominante, soprattutto dal lato dei risultati, sono infatti solo 2 i punti in classifica, contro i 10 a disposizione.

L’esordio in questa categoria, vede la ZIP Imbiancature, far visita al Basket San Casciano, team che già da anni gravita in questo campionato e che in pochissimo tempo, fa capire ai giovani campigiani, come funziona la First Division, con gioco maschio, che costa subito un esplusione a Spagnesi dopo pochi minuti per reazione ad un fallaccio e nello stesso tempo tecnico, quanto basta per punire ad ogni occasione le frequenti disattenzioni gialloblù con semplicissimi contropiedi, finale 84 – 60 per i padroni di casa.

Nel turno successivo, esordio casalingo alla Campi Arena contro Scandicci, le cose sembrano andare subito bene, con una buona pallacanestro corale e + 15 all’intervallo, ma gli ospiti non mollano e la “giovanile” presunzione di aver già vinto la partita, fa inceppare i meccanismi della ZIP, la difesa diventa un optional e la ZIP si trova a fine match a lottarsi punto a punto la vittoria, che arriva ma con troppi affanni, facilmente evitabili 50 – 48, comunque la PRIMA Storica vittoria per questo nuovo gruppo in Prima Divisione va in archivio.

Alla terza di campionato arriva sempre in barberinese, una delle favorite alla vittoria finale, la Baloncesto Firenze, guidata dall’amico Jurissevic, viene fuori una bella partita, anche con buoni gesti tecnici e atletici, partenza equilibrata primo quarto 15-18, nel secondo grande prova dei ragazzi targati ZIP, che ingabbiano i fiorentini lasciandogli solo 2 punticini nel quarto, parziale 15 a 2 e all’intervallo il tabellone segna 30 a 20. Come già successo però, le certezze diventano montagne da scalare, invece di sciogliersi e continuare a giocare, i giovani si innervosiscono, iniziando battaglie personali inconcludenti e deleterie alla squadra, contro parziale 8-23 per Baloncesto. Si arriva punto a punto fino alla fine con la palla in mano per prendersi il pareggio, ma il ferro non è amico, finisce con una sconfitta 54 a 57..nonostante tutto bella partita e notevoli passi avanti per la ZIP.

Dopo un turno di riposo, la Prima Divisione targata ZIP Imbiancature, torna in campo, avversario la Sancat, squadra anche essa giovane, viene fuori un incontro piacevole, a tratti veloce e ben interpretato da entrambi le compagini, il primo quarto vede Campi trovare la via del canestro con continuità, ma la difesa concede troppo con grossi problemi a rimbalzo e Sancat rimane attaccata sul 22-18. Il secondo quarto, vede i padroni di casa, ripiombare nei soliti errori, dati da un eccessiva furia nelle conclusioni e dalla pochissima lucidità, il canestro diventa un miraggio, la difesa è pressochè inesistente e concede contropiedi su contropiedi ai fiorentini che scappano sul 29 a 41. Al rientro, la partita ritorna equilibrata e la ZIP torna in partita, giocando una buona pallacanestro e mettendo in difficoltà la Sancat, con corsa e buone trame, ma non riuscendo a ricucire i 1o punti di scarto, anche perchè la percentuale ai liberi è imbarazzante, peccato davvero, anche nell’ultimo tempino, Campi produce tantissimo ma raccoglie veramente poco e lascia anche questa vittoria agli ospiti, che ringraziano chiudendo 62 a 73 la contesa.

Nell’ultimo turno domenica 1 dicembre, la ZIP Imbiancature, va a far visita alla Freccia Azzurra, altra squadra abituata a queste leghe, partita che vede i campigiani guidare per i primi tre quarti anche con una discreto controllo del gioco e sfruttando tutte le armi a disposizione del rooster, sia con giochi per gli interni sia con penetrazioni delle veloci guardie gialloblù, che permettono un costante vantaggio in doppia cifra. Freccia nell’ultimo quarto si gioca il tutto per tutto, alza l’intensità difensiva, sporca ogni azione e raccatta tutto quello che può, i giovani campigiani perdono completamente la bussola, nonostante il risultato sia sempre a loro vantaggio, ma sono e in questi casi diventano ingovernabili, errori clamorosi e dimenticanze difensive, l’attenzione finisce altrove e spesso anche fuori dal campo. I padroni di casa mettono anche la testa avanti, ma Campi è comunque a stretto contatto, si arriva all’ultimo minuto in perfetta parità 61 a 61 e per almeno un paio di volte, i ragazzi hanno la possibilità di chiuderla, ma gli errori continuano, compresa una sanguinosa palla persa a metà campo con 12″ da giocare e come spesso succede la squadra che rincorre per tutta la partita, vince con un tiro “preghiera” all’ultimo secondo. 63-61 il finale, con un post gara nemmeno da menzionare, perchè non degno di nessuna cronaca.

Rimane un’ultima partita contro Jokers, per concludere il girone di andata di questa prima fase, in barberinese 8 dicembre alle ore 18.

Il bilancio come già detto, a livello di classifica, non è positivo, ma questo poco importa, quel che più preoccupa è l’atteggiamento della squadra e la sua fragilità all’arrivo delle piccole difficoltà all’interno di una partita di basket. Il lavoro da fare e recuperare è tantissimo, ricominciando dalle cose basilari, quali lo stare bene insieme e nel costruire una “squadra” in primis, poi fondamentale è aumentare la concentrazione, l’attenzione e l’ascolto delle cose da fare, infine poi i fondamentali, la tecnica, i giochi ecc. ecc. , dimenticando inutili individualismi e presunzioni varie. Sotto con il lavoro duro agli allenamenti e con la volontà di tutti, i risultati non tarderanno ad arrivare. ##WEARECAMPI##LETSGO##MIASANMIA

 

 

Show Buttons
Hide Buttons